Category

Spagna

Category

«Vigo non ha un centro!». Mentre mi mostra la mappa, l’impiegato dell’ufficio informazioni non nasconde un certo orgoglio. «Vigo ha molti centri!», mi dice. E basta perdersi qualche giorno per le sue strade per dargli ragione. Vigo è una città con molte anime. L’anima borghese dell’Ensanche, quella popolare del Casco Vello, quella storica del Castro e quella industriale del porto. L’anima rude dei pirati e l’anima più gentile della sua cucina. Eppure, sembra quasi che il suo destino sia quello dell’eterna seconda. Vigo è la più grande città della Galizia ma non è la capitale. Chi visita questa storica regione della Spagna spesso preferisce la sua eterna rivale, Pontevedra, o luoghi più conosciuti come A Coruña o Santiago de Compostela. Ma Vigo è una città che lascia a chi riparte un senso di nostalgia romantica, come accade coi luoghi che abbiamo amato senza sapere bene perché. L’Ensanche Se l’Ensanche ricorda…

Lasciata la baia di Vigo, le isole Cies, in Galizia, sembrano una terra di naufraghi. Eeucalipti, ginestre e licheni si mescolano in una trama ruvida di verde e di giallo. Ma quando il catamarano approda alla Playa de Rodas, capisco subito perché il Guardian l’ha definita «una delle spiagge più belle del mondo». Questa lingua di sabbia bianca che unisce l’Illa de Monteagudo a l’Illa do Faro, le due isole principali dell’arcipelago, è bagnata da un mare turchese, come in un’immagine da cartolina. Ma senza ciò che la cartolina di solito non mostra: niente resort, niente hotel, niente vivace vita notturna. Le Isole Cies hanno solo 3 abitanti, due ristoranti senza troppe pretese e un campeggio dove sono ammesse soltanto le tende. Non è necessario portare la propria. Anzi, noleggiarla è un’opzione da non sottovalutare visto che l’unico modo per muoversi qui è a piedi. Il pick-up del guardaparco e il…