isole cies - playa de rodas

Lasciata la baia di Vigo, le isole Cies, in Galizia, sembrano una terra di naufraghi. Eeucalipti, ginestre e licheni si mescolano in una trama ruvida di verde e di giallo. Ma quando il catamarano approda alla Playa de Rodas, capisco subito perché il Guardian l’ha definita «una delle spiagge più belle del mondo». Questa lingua di sabbia bianca che unisce l’Illa de Monteagudo a l’Illa do Faro, le due isole principali dell’arcipelago, è bagnata da un mare turchese, come in un’immagine da cartolina. Ma senza ciò che la cartolina di solito non mostra: niente resort, niente hotel, niente vivace vita notturna

Le Isole Cies hanno solo 3 abitanti, due ristoranti senza troppe pretese e un campeggio dove sono ammesse soltanto le tende. Non è necessario portare la propria. Anzi, noleggiarla è un’opzione da non sottovalutare visto che l’unico modo per muoversi qui è a piedi. Il pick-up del guardaparco e il furgoncino che porta i viveri sono gli unici mezzi autorizzati a circolare.

Dal 1980, le Cies sono Riserva Naturale e dal 2002 fanno parte del Parco Nazionale delle Isole Atlantiche della Galizia. Una cosa che gli spagnoli prendono molto sul serio. L’accesso è controllato e serve un permesso anche per le visite di una sola giornata. Per il campeggio è necessario richiederne uno speciale. 

Il sentiero che conduce al faro profuma di eucalipto e salsedine, e termina in uno snodarsi di curve e tornanti che offrono scorci dell’Illa de San Martiño, a cui si può accedere soltanto con la propria barca. Anche in questo caso, è necessario essere autorizzati.

isole cies - faro
isole cies - illa de san martino

Dal piazzale del faro si gode un’ampia vista sull’oceano, verso un orizzonte piatto e infinito. In passato si credeva che queste coste fossero il limite estremo del mondo. Oggi, so che se traccio una linea immaginaria verso Occidente arrivo in America. Ma voltandomi a Est, ritrovo la strada da cui sono venuto e un paesaggio più dolce.

isole cies - oceano atlantico

La Playa de Rodas e le scogliere sul versante opposto imprigionano il mare e formano O Lago do Nenos: una laguna regolata dal flusso delle maree. Un acquario naturale che ospita diversi tipi di pesci: lumache di mare, gamberetti, spigole, sogliole, polpi, calamari.

isole cies - lago dos nenos

A pochi minuti dal faro, invece, si trova l’Observatorio de aves de Campà: un rifugio che si affaccia a strapiombo su una scogliera, dove il grido degli uccelli si perde nel fragore dell’oceano. Le Isole Cies sono ideali per la loro riproduzione, grazie alla straordinaria abbondanza di risorse marine e alla tranquillità che le caratterizza. Si possono osservare cormorani, anatre e diverse specie di rapaci. Ma i re di queste isole sono i gabbiani dalle zampe gialle.

isole cies - observatorio de aves de campa
isole cies - gabbiano dalle zampe gialle

«Questi animali possano avere un’apertura alare di quasi un metro e mezzo», mi dice un anziano inglese che incontro mentre cammino verso l’Alto do Prencipe; uno dei migliori punti panoramici dell’Isola.

isole cies - alto do prencipe

Impiego tre ore a raggiungerlo, facendo una breve sosta alla Playa de Figueiras: una spiaggia per naturisti la cui bellezza compete con quella della Playa de Rodas. L’acqua è invitante ma, nonostante il tepore della giornata e l’aspetto da isola tropicale, siamo in Galizia e l’oceano può essere molto freddo in questa stagione. E se anche durante l’esate le Cies non sono il luogo ideale per fare un bagno di mezzanotte, chi ha avuto l’occasione di dormire qui, ne parla come di un’esperienza straordinaria.

isole cies - tramonto

Grazie all’assenza di inquinamento luminoso, le Cies sono uno dei luoghi migliori al mondo per osservare le stelle e sono una meta molto apprezzata dagli appassionati di turismo astronomico. Purtroppo, a causa delle restrizioni, devo lasciare l’isola al tramonto e posso solo immaginare l’incanto di essere su queste isole quando fa buio e si resta da soli col mare e la notte.

2 Comments

  1. Non pensavo potesse esistere ancora un paradiso simile a portata di mano qui in Europa. Nell’articolo coinvolgente nella lettura!

    • windbehindme Reply

      Il bello delle Isole Cies è che sono proprio a portata di mano. Inoltre, Vigo è anche un’ottima base per visitare tutta la Galizia.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.