amphawa floating market - mercato galleggiante di amphawa

Ho bisogno di lasciare Bangkok. Dopo qualche giorno tra il suo traffico selvaggio, i motori che rimbombano sotto le sopraelevate, lo strombazzare continuo delle auto, il mantra insistente di chi si avvicina e ti chiede «tuk tuk?», cercare un luogo in cui evadere è quasi una necessità.

Quando chiedo quale sia un mercato galleggiante da vedere non lontano dalla città la risposta è unanime: «Damnoen Saduk ormai è troppo turistico» e mi invitano a visitare quello di Amphawa, con la promessa di un’esperienza più autentica. Immagino un mercato caotico, vitale, che ricorda un vecchio film ambientato nell’Indocina degli anni ’50; poi penso che forse ho una visione troppo romantica.

Il mercato galleggiante di Amphawa è un mercato turistico.

Negozi e bancarelle al mercato di Amphawa sono chiaramente rivolti ai turisti. I turisti sono per lo più orientali ma i prezzi sono superiori alla media. Allora perché visitarlo?

Perché è un mercato pomeridiano: non ci si deve svegliare all’alba per raggiungerlo o arrivare la sera prima.

Perché nonostante sia molto frequentato, se si arriva per pranzo, l’atmosfera è rilassata: si può passeggiare lungo i canali, comprare frutta fresca, noleggiare una barca, mangiare un Tom Yum preparato su una delle tante “cucine galleggianti” a conduzione familiare, seduti sulla banchina senza venire sommersi dalla folla.

Ma soprattutto, vale la pena per la Maeklong Railway.

mercato galleggiante - floating market Amphawa

mercato galleggiante amphawa floating market

Ci sono molti modi per arrivare al mercato galleggiante di Amphawa.

Da Bangkok partono minivan, taxi, tour privati. Poi c’è il treno, anche se ad Amphawa non c’è una stazione.

Il che mi porta qui, in piedi, aggrappato alla piattaforma esterna di un Songthaew strazeppo che corre come non ci fosse un domani su una statale a tre corsie mentre cerco di star calmo e fare respiri profondi. Ma tutto ha inizio a Bangkok.

Pianificare il viaggio è importante.

Salvo che non si scelga un tour organizzato, è importante organizzarsi. Ecco la schermata che appare cercando sul sito delle ferrovie ufficiali sito ufficiale delle Ferrovie della Thailandia.

maeklong railway

Not found, non trovato. Il motivo è semplice: online, di questo treno, non ci sono gli orari.

Non si parte dalla stazione centrale di Bangkok ma da una piccola stazione suburbana nell’area di Thonburi lontana dal turismo. La linea è divisa in due sezioni, da Wongwian Yai a Maha Chai, da Ban Laem a Mae Klong. 

È facile trovare su internet informazioni di altri viaggiatori, ma è meglio andare qualche giorno prima a verificare di persona sul tabellone accanto alla biglietteria della stazione di Wongwian Yai, che si trova a soli 10 minuti a piedi dall’omonima fermata della BTS.

I treni sono più frequenti nella prima tratta. Se non si vuole dormire a Amphawa, è meglio partire di prima mattina. Il che vanifica il mio tentativo di non svegliarmi presto.

Alla stazione di Wongwian Yai, faccio il biglietto per la prima tratta (10 Bhat). Il bigliettaio, forse per compassione, mi da una mappa dell’itinerario da seguire a piedi per cambiare treno a Maha Chai. «A piedi?». Si.

Il fiume Tha Chin divide le stazioni di Maha Chai e Ban Laem e non c’è un ponte. Si scende dal treno, si prende un battello (5 Bhat), e poi un altro treno sulla sponda opposta.

sul battello per ban laem
sul battello per ban laem

«Se la barca è già al molo, ci s’impiega circa di mezz’ora» mi dice una donna che incontro mentre aspetto in stazione «ma il treno spesso è in ritardo e i battelli partono ogni 15 o 30 minuti». Realizzo subito che ho fatto bene a prendere il treno delle 7.

«Inoltre, a Maha Chai c’è uno dei mercati del pesce più grandi della Thailandia, e merita una visita».

Attraversato il fiume raggiungo la stazione di Ban Laem e faccio il biglietto per Mae Klong (10 Bhat) dove arrivo dopo circa un’ora.

Quando il treno si avvicina al capolinea, comincia a fischiare sempre più spesso. Mi affaccio e lo vedo infilarsi nel Mae Klong Railway Market mentre venditori e turisti si stringono tra i banchetti e i binari.

Se il viaggio è pianificato bene, si può aspettare che il treno riparta per vederlo passare mentre si visita il mercato.

Mae Klong Railway Market
Mae Klong Railway Market

Non lontano dal Mae Klong Railway Market, c’è uno spiazzo da cui partono i songthaew per Amphawa.

Il viaggio costa 8 Bhat e dura circa 15 minuti.

Il ragazzo a terra smista i viaggiatori sui vari pick-up. Indossa una maglia a maniche lunghe, un cappello che copre bene la nuca, e ha il volto coperto, nonostante il caldo, perché qui avere la pelle scura, anche abbronzata, non è benvisto.

Guardo il Songthaew: troppo pieno. Sto per allontanarmi nell’attesa del prossimo ma il ragazzo agita le mani e mi fa segno di salire. «Dove?» gli chiedo, visto che non c’è un centimetro di spazio. Mi indica la griglia di metallo attaccata sul retro, dove su un mezzo normale c’è il paraurti.

Songthaew Amphawa

Dopo un breve tratto urbano, di cui approfitto per fare qualche foto altri passeggeri, l’autista si catapulta nella statale. Metto da parte la macchina fotografica e mi tengo forte. Comincio a sudare e non perché faccia caldo. Sono 15 minuti lunghi, lunghissimi. Poi la strada si fa di nuovo stretta. L’autista accosta in uno spiazzo anonimo, all’ombra dei banani. «Amphawa», urla, «Amphawa Market!». Vado a pagare ma lui mi fa segno di andare. Insisto. Aver salva la vita vale più di 8 Bhat.

 

Riassunto delle informazioni pratiche.

  • Alla stazione dei treni (non della BTS) di Wongwian Yai (Bangkok), si fa il biglietto per Maha Chai (Samut Sakhon) e si chiede la mappa per arrivare al battello.
  • A Maha Chai, si segue la mappa, o i cartelli, o si chiede e si raggiunge l’imbarco per attraversare il fiume Tha Chin.
  • In pochi minuti, si raggiunge a piedi la stazione di Ban Laem (Tha Chalom) e si fa il biglietto per Mae Klong (Samut Songkhram)
  • A Mae Klong, a pochi metri dal Mae Klong Railway Market si chiede per i songthaew che vanno ad Amphawa (non bisogna per forza viaggiare aggrappati all’esterno).
  • Da Amphawa si può tornare a Bangkok in mininvan (più economico e non meno spericolato) o in taxi.

Volete sapere di più sulla Maeklong Railway? Leggete il racconto del mio viaggio!

 

4 Comments

  1. Ciao! Grazie per le info super chiare! Una cosa però vorrei chiedere: siccome vedo info discordanti sul web circa i giorni di apertura del mercato di Amphawa ti faccio questa domanda. Quando è aperto il mercato di Amohawa? Solo sabato e domenica o anche di venerdì? Per me è importante per la pianificazione del viaggio in Thai.
    Grazie mille !
    Alessandra

  2. Ciao! Volevo sapere se si può raggiungere Amphawa anche direttamente in minivan da Bangkok, senza fare cambi, visto che hai detto che da Amphawa si può tornare a Bangkok in minivan (più economico e non meno spericolato) 🙂
    Grazie delle informazioni!
    Silvia

    • windbehindme Reply

      Ciao Silvia. Si, certo. Si raggiunge anche in minivan. Dalle informazioni che avevo preso, dovrebbero partire dalla stazione dei bus Sai Tai Mai che credo sia quella in cui mi ha lasciato il minivan al ritorno. Sinceramente, non ho nemmeno chiesto e sono salito sul primo bus che andava verso il centro. Però, facendo un giro a Khaosan Road avevo visto che, anche da lì, qualcuno propone dei tour per Amphawa (immagino siano più costosi).

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.